Google Maps

Google Maps: aggiornamento potrebbe salvare vite umane

Google Maps è utile per trovare indicazioni stradali per raggiungere una stazione di servizio o per scoprire nuovi ristoranti nel vostro quartiere, ma potrebbe anche salvare vite umane durante una calamità naturale.

Giovedì scorso, Google ha annunciato che i suoi avvisi SOS, introdotti due anni fa, sono stati aggiornati per includere informazioni visive in tempo reale e un sistema di avvertenze di navigazione in tempi di crisi per aiutare gli utenti a capire meglio come comportarsi per rimanere al sicuro, come riporta il New York Post.

In un primo momento, gli avvisi SOS mostreranno agli utenti informazioni vitali su una crisi, tra cui una sintesi dell’evento, notizie rilevanti e post su Twitter, numeri telefonici di emergenza e consigli utili per affrontare la situazione. Ma dopo l’ultimo aggiornamento, Google Maps offre anche “visioni dettagliate di uragani, terremoti e inondazioni”.

“Nei giorni che precedono un uragano, verrà visualizzata su Google Maps una scheda di notifica della crisi che apparirà automaticamente se il computer o il dispositivo mobile si trova nelle vicinanze dell’area colpita”, spiega Hannah Stulberg, product manager di Google Maps. “Questa scheda vi indirizzerà a un cono di previsione degli uragani, che mostra la previsione della traiettoria della tempesta e le informazioni sul momento in cui è probabile che colpisca determinate aree, in modo da poterle utilizzare per pianificare la reazione”, aggiunge.

Google Maps mostrerà una scheda simile anche per i terremoti, nella quale appariranno le mappe delle scosse dopo l’impatto, gli utenti situati nelle vicinanze dell’epicentro del terremoto, la magnitudo dei terremoti e il grado di impatto sulle aree circostanti. Le previsioni delle inondazioni, dal canto loro, mostreranno i luoghi in cui è probabile che si verifichino le inondazioni e il probabile grado di gravità.

Tali informazioni saranno integrate in Google Maps, visualizzando un avviso in evidenza durante lo spostamento da una località all’altra della mappa per comunicare se il percorso da compiere è interessato o meno dalla calamità.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *