notre dame e Nostradamus
Attualità

Nostradamus e Notre-Dame, le inquietanti frasi profetiche che predicevano il disastro

Notre-Dame e Nostradamus, cosa c’è di vero nella presunta e inquietante predizione dello scrittore francese dopo il disastro che ha colpito un simbolo del cattolicesimo

La terrificante vista della Cattedrale di Notre Dame in fiamme lunedì 15 aprile 2019, dopo che il primo allarme era suonato alle 18.20, sembrava ricalcare perfettamente una profezia di Nostradamus che parlava di un sole cocente, una guglia che cade e fiamme arancioni.

In queste ore che succedono il disastroso incendio che ha distrutto la Cattedrale di Notre-Dame, si è parlato molto a proposito di una quartina scritta 500 anni fa dall’astrologo francese. Gli indizi astrologici indicati nel libro delle profezie di Nostradamus indicano proprio il primo allarme delle 20:20 di lunedì 15 aprile con gli esatti riferimenti astrologici.

La stampa francese ha enfatizzato proprio il riferimento alla parola ‘emozione’ e il riferimento a Dio contenuto proprio nella stessa dichiarazione commossa rilasciata su Twitter dal premier francese, Macron.

“Notre-Dame è avvolta dalle fiamme – scrive il premier francese – Emozione di tutta la nazione. I pensieri sono con i cattolici e tutti i francesi. Come tutti i cittadini, sono triste nel vedere bruciare questa parte di noi ”

“Il capo di Ariete, Giove e Saturno,
Dio eterno, quali cambiamenti ci si può aspettare?
Dopo un lungo secolo, il male tornerà
Francia e Italia, quali emozioni subirai?” recita il verso in questione scritto da Nostradamus 500 anni fa.

Chi ha interpretato in questi giorni le profezie di Nostradamus sulle fiamme che hanno avvolto la cattedrale di Notre-Dame, vede in quelle parole un riferimento alla data e al luogo dell’incendio, ma anche al fatto che il disastro abbia travolto un monumento assurto a simbolo del cattolicesimo nel mondo. Fra l’altro l’evento nefasto sarebbe avvenuto proprio in coincidenza con una particolare congiunzione astrale che ha coinvolto Ariete, Giove e Saturno, come scritto proprio dal profetico scrittore francese. Una congiunzione che avviene una volta ogni cento anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *