Generazione Z

Nuovo studio sull’affinità tra Generazione Z e grandi brand

In che modo i marketer dovrebbero prepararsi all’approdo della Generazione Z nei luoghi di lavoro? Secondo un recente studio, la leggenda che descrive una generazione dal comportamento più coscienzioso ed etico è per lo più vera, ma è bene non alimentare stereotipi.

Il rapporto AFFDEX del 2019, tratto da UNiDAYS, ha rilevato che Nike, Netflix e Instagram sono i marchi più popolari in tutte le categorie. YouTube e Adidas hanno completato le prime cinque posizioni della classifica. Ciò che li ha contraddistinti è stato quello che il rapporto ha definito come un “surplus di affinità”. Mentre in alcuni settori questi attributi – etica, fiducia, passaparola fra amici – erano universalmente condivisi, altri dipingevano un quadro più complicato.

“La Generazione Z sta accogliendo con coraggio ed entusiasmo tutto ciò che il mondo recentemente connesso ha da offrire”, si legge nel rapporto. “Tuttavia, attraverso questo studio, si osserva un forte filo conduttore di pragmatismo tra i suoi appartenenti. Questo si traduce non solo in una forte affinità con alcuni marchi affermati, ma anche nella priorità che viene data a valori più complessi, come la fiducia nel marchio”.

Un rapporto dell’agenzia creativa ZAK, stilato all’inizio di questo mese, ha esaminato il cambiamento dello status sociale dei giovani utenti. Due intervistati su cinque, ad esempio, hanno dichiarato di utilizzare Facebook come semplice servizio di messaggistica. Il rapporto ha osservato che la generazione Z è una componente demografica con “lo spirito di un imprenditore e il cuore di un hacker, che dà forma a ciò che la circonda per raggiungere obiettivi personali, sociali o lavorativi”.

In merito all’uso dei social media tra i membri della generazione Z, come era prevedibile, Facebook ha ottenuto un risultato basso. Instagram, citato dall’80% degli intervistati, si è classificato in testa, davanti a Snapchat (71%), WhatsApp (68%), Facebook Messenger (60%) e Facebook stesso (58%).

 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *